VEZZANO LIGURE

UN BORGO ANTICHISSIMO

Vezzano Ligure posto nella parte settentrionale della Val di Magra è senz’altro un borgo affascinante, sia per la sua storia millenaria,  sia per la capacità con cui gli abitanti hanno saputo mantenere in ordine un centro storico stupendo. Il borgo, posto in posizione panoramica a 271 metri s.l.m, si puo raggiungere agevolmente dalla strada provinciale di Fornola SP10, per poi proseguire sulla SP16, oppure dalla più stretta via Bastia, posta alle spalle del paese, sul versante “spezzino”.

Attività

Nel mese di settembre a Vezzano si tiene la Sagra dell’uva ed il Palio dei Rioni, dove vengono organizzati banchi gastronomici con prodotti locali, prodotti agricoli ed esposizione di prodotti artigianali. Inoltre sono presenti diversi sentieri che raggiungono l’entroterra spezino, e dove si possono ammirare antiche fontane ed antichi lavatoi.

Gusto

Nel borgo di Vezzano, ma anche alle sue pendici, sono presenti diversi ristoranti tipici che propongono un menu di terra a base di prodotti locali a base di ricette liguri, come la torta di riso dolce, che qui viene tramandata di generazione in generazione, o come le torte di erbi e le zuppe a base di legumi.

Di sicuro interesse è la già menzionata Sagra dell’Uva dove dove tutti i paesani partecipano attivamente per le vie del borgo, animando un festa enogastronomica di lunga tradizione.

Arte e Cultura

Data la sua antichità, che gli storici ipotizzano farla risalire ad epoca pre romana, Vezzano Ligure è ricca di monumenti storici e Luoghi d’interesse. Il visitatore per prima cosa potrà esplorare il borgo “alto”. Questo si compone da una strada centrale ampia, con una pozzo ed una corte ubicati in posizione caratteristica, sintomo di una pianificazione urbanistica, che si può far risalire al secolo XIII. Vicoli e viuzze da li si snodano in un crescendo di colori, sempre ben ordinati.

In posizione panoramica sorge invece la chiesa di Nostra Signora del Soccorso, fondata nella prima metà del XVI secolo come oratorio dopo un’apparizione mariana miracolosa. In seguito ampliata nel XVIII secolo. Ad essa vi si accede dopo aver attraversato un largo piazzale ciottolato.

Molto caratteristica è la chiesa di Santa Maria, posta all’inizio del paese di Vezzano Ligure, fu edificata in periodo altomedievale e poi nel XII secolo ricostruita in stile romanico sull’impianto precedente. Da notare come la chiesa abbia subito molti restauri e proprio durante uno di questi nella seconda metà degli anni ’80 è stato scoperto, nel basamento dell’altare maggiore romanico, un notevole sarcofago monolitico marmoreo di impronta altomedievale, ricavato da un architrave romano.

Da ricordare sono anche la chiesa di San Sebastiano e Santa  Maria Assunta ascrivibile al XVII secolo, l’ ospitale di San Niccolò attestato già nel XIV secolo e la chiesa di San Michele del ascrivibile al XIII- XV secolo, oggi sconsacrata.

Per quanto riguarda l’architettura “civile” non potremmo non citare la Torre Pentagonale del XIII secolo. Divisa su più piani, raggiungibili mediante scale di legno retrattili, con ingresso in quota. La Torre è munita di feritoie arciere a difesa. Questa faceva parte di un più ampio fortilizio difensivo ancora menzionato nel XVIII secolo. 

 

Un po’ di Storia

Molte fonti storiche concordano nell’attribuire a Vezzano Ligure un insediamento di epoca preromana, con tutta probabilità un castellaro preistorico dei Liguri. Ma il primo documento storico su Vezzano lo troviamo nel 963, diploma con il quale l’imperatore Ottone I assegnava il castrum e le fortificazioni ivi presenti al Vescovo di Luni.

Fino alla metà del XIII secolo, nonostante le alterne vicende, che posero in contrasto la Diocesi di Luni, detentrice del Castrum, e i Malaspina, il borgo rimase sotto l’influenza del vescovo stesso. 

Successivamete la Repubblica di Genova estese il suo domino sul borgo come parimenti fece con quasi tutto il resto della Val di magra. Da li in poi, grazie al dominio genovese, il borgo passò dei secoli di relativa tranquillità, almeno fino al XVI secolo, quando le vie di comunicazione si spostarono più a valle tagliando fuori la maggior parte dei borghi turriti della valle.

Dopo il declino della Repubblica marinara, Vezzano venne coinvolto e poi inserito nel quadro amministrativo napoleonico e francese. Sotto il dominio napoleonico la città non riuscì comunque a recuperare l’antico benessere, malgrado il governo francese la considerasse un centro di importanza strategica.

In seguito Vezzano venne inglobato dapprima nel Regno di Sardegna, poi nel Regno d’Italia nel 1861, e nel 1863 assunse la denominazione odierna di Vezzano Ligure.

it_ITItaliano
en_USEnglish it_ITItaliano